• CENTRO EDITORIALE SCIENTIFICO

    CENTRO EDITORIALE SCIENTIFICO

Il termine «syntagme» in alcune fonti lessicografiche francesi dell’Ottocento e Novecento

Il presente lavoro si propone di fornire un’analisi del termine syntagme nell’ambito di fonti lessicografiche francesi dell’Ottocento e del Novecento.

Il dizionario le Trésor de la langue française fa una distinzione nel definire il lemma syntagme tra l’uso antico, la linguistica e la linguistica strutturale. Nell’uso antico, e più precisamente prima del Novecento, il sytnagme (dal greco σύνταγμα «composizione, ordinamento») ha un significato storico-militare e rimanda a un’antica formazione di combattimento, o meglio al corpo di una falange tipica del mondo greco.  Lo stesso scrittore Gustave Flaubert indica il termine in un passaggio del suo romanzo storico Salammbô per descrivere la formazione militare cartaginese: “L’armée carthaginoise toute entière faisait une grande ligne droite. Au milieu se hérissait la phalange, formée par des syntagmes ou carrés pleins, ayant seize hommes de chaque cote (FLAUBERT, Salammbô, 1863). In seguito, nel greco moderno, la parola acquisisce una visibilità che prima non aveva, infatti sta a indicare la Costituzione, o una riunione ordinata e dà il nome alla piazza del Parlamento ad Atene.

Nei primi decenni del Novecento l’analisi del linguaggio diviene un tema centrale nella ricerca filosofica e linguistica e si sviluppa attraverso un nuovo approccio scientifico dominato dal contributo del linguista Ferdinand de Saussure. Ancora oggi il concetto strutturale del linguaggio da lui proposto è alla base della linguistica contemporanea.

Il sintagma è introdotto in linguistica dal père de la linguistique générale de Saussure nel 1916 il quale associa a questo termine il significato di morfemi o di parole che si susseguono e danno un senso compiuto (es. Hai letto un libro molto difficile). Più precisamente nella sua opera Cours de linguistique générale, il linguista svizzero definisce il Syntagme come “la combinazione di due o più elementi linguistici linearmente ordinati nella catena fonica” (DE SAUSSURE, 1916). De Saussure concentra la sua analisi sull’appartenenza del sintagma alla struttura della lingua o a quello della parola e sottolinea appunto che la frase, l’unità di parola per eccellenza, è un sintagma. Quindi nell’ambito di una frase, i sintagmi sono delle unità o gruppi grammaticali appartenenti a diverse categorie, a parti del discorso che si uniscono ad altri sintagmi per formare delle unità più complesse. La notion de syntagme s'applique non seulement aux mots, mais aux groupes de mots, aux unités complexes de toute dimension et de toute espèce (mots composés, dérivés, membres de phrase, phrases entières) (DE SAUSSURE, 1916, p. 172). 

Successivamente, la linguistica strutturale attribuisce al sintagma il significato di un gruppo di unità linguistiche che formano un’unità in una organizzazione gerarchizzata della frase secondo una successione cronologica delle stesse unità (Encyclopedie Universelle, 2018). Il sintagma quindi assume un carattere complesso, in quanto funge da intermediario tra il morfema e la frase di cui è il principale costituente. Il termine sintagma è seguito da un qualificativo che ne determina la categoria grammaticale, ovvero il sintagma nominale, verbale, aggettivale, preposizionale o congiunzionale. Nel Dictionnaire de linguistique (1973) il lessicografo Jean Dubois gli attribuisce la seguente definizione:

Le syntagme est toujours constitué d'une suite d'éléments et il est lui-même un constituant d'une unité de rang supérieur; c'est une unité linguistique de rang intermédiaire (DUBOIS, 1973 ds GILB. 1980). Le syntagme est un constituant de la phrase dont les unités s'ordonnent soit autour d'un nom, c'est alors un syntagme nominal; ex.: les petits enfants; soit autour d'un verbe, c'est alors un syntagme verbal; ex.:mange très lentement (D. D. L. 1976). Syntagme prépositionnel. Syntagme nominal introduit par une préposition (d'apr. Lang. 1973). Syntagme conjonctionnel. Syntagme verbal introduit par une conjonction (d'apr. Lang. 1973). (D. D. L. 1976). Syntagme prépositionnel. Syntagme nominal introduit parune préposition (d'apr. Lang. 1973). Syntagme conjonctionnel. Syntagme verbal introduit par une conjonction (d'apr. Lang. 1973).

A metà degli anni ’60 André Martinet elabora una definizione di sintagma autonomo, che rappresenta il raggruppamento di monemi, di gruppi di parole (es. in auto, con le mie valigie) anche dette formes fléchies (rosarum). Quest’ ultima forma è composta dal raggruppamento di un radicale lessicale –ros e un amalgama – arum di due monemi, il genitivo e il plurale. Accanto al sintagma autonomo, Martinet introduce il sintagma di derivazione e utilizza il criterio d’inseparabilità per alcuni termini (es. sac à main) (Eléments de Linguistique Générale, 1960)

È importante notare che queste opere vengono stimolate dagli sviluppi tecnologici del secolo, come ad esempio la traduzione automatica e la terminologia scientifica e tecnica, che e sono alla base di ulteriori sviluppi della sintassi e del lessico. In effetti, queste unità di parole sono spesso dei termini specialistici che rientrano in una tradizione di studi di vocabolario ben specifica.

 

BIBLIOGRAFIA 
TRESOR DE LA LANGUE FRANCAISE INFORMATISE, Dictionnaire, 1994, http://www.atilf.fr/tlfi, ATILF - CNRS & Université de Lorraine
FLAUBERT, G., 1863, Salammbô, Paris, G. Charpentier, Editeur
DE SAUSSURE, F., 1916, Cours de linguistique générale, Paris, Charles Bally, Albert Sechehaye, Albert Riedlinger Editeurs
ENCYCLOPEDIE UNIVERSELLE, 2018, Encyclopaedia Universalis, France
DUBOIS, J., 1973, Dictionnaire de linguistique (1973), Paris, Librairie Larousse
MARTINET, A., 1960, Eléments de Linguistique Générale, Paris, Armand Colin Editeur

 

Gabriella Quintavalla

Sede | Viale Palmiro Togliatti, 1625 (00155) Roma, Italia

Telefono | 0645504580 - Fax | 0645504593
Whatsapp 3755260135
dal Lunedì al Venerdì, 09:30 - 13:30 e 14:30 - 18:00
Sabato 9:30 - 16:00

Privacy