Diana Athill: una donna indimenticabile per l’editoria

Nata nel 1917, mentre lo Zeppelin tedesco bombardava la capitale inglese, la sua famiglia si spostò da un ricco quartiere londinese alla campagna, dove Diana ebbe modo di dedicarsi alla lettura.

Decisivo fu l’incontro con l’amico Andrè Deutsch: lui, burbero, faceva affari, e lei, appassionata, lavorava ai libri. Iniziarono insieme nella casa editrice Allan Wingate e collaborarono, successivamente, nella casa editrice che prese il nome di Andrè. Diana intraprese la carriera editoriale in un momento in cui era impensabile associare una donna al mondo dei libri.

Editor, scrittrice, memorialista, risale al 1962 la sua prima pubblicazione: An Unavoidable Delay, una collezione di racconti brevi, seguiti da Don’t Look at Me Like That: a novel (1967) e, nel 2011, da Midsummer Night in the Workhouse. Sempre nei primi anni Sessanta, pubblicò il suo primo memoir: Instead of a Letter.

Conosciuta nell’ambiente per la sua grazia e la sua gentilezza, Diana è ricordata per la sua dedizione: si prendeva cura degli autori e delle loro creature, instaurando quel rapporto di reciproca fiducia che qualunque scrittore vorrebbe coltivare con il suo editor. Tra i tanti, lavorò con Philip Roth, Margaret Atwood, Jack Kerouac, VS Naipaul.

Contro ogni tendenza di mercato, moda passeggera, o strategia di narrazione, scelse di sostenere l’editoria di qualità, convinta del potenziale dei buoni libri che nessuno come lei sapeva individuare e che accompagnava, inevitabilmente, verso un destino glorioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

Content is king
News

CONTENT IS KING: I CONTENUTI DI QUALITÁ

«Content is king» un mantra della comunicazione digitale. Interrogarsi sulla natura qualitativa dei contenuti non è mai stato importante come oggi, nell’epoca del Web 2.0, ...
Leggi →
Blog

Strumenti essenziali per un Graphic Designer

Strumenti essenziali per un Graphic Designer Quali sono gli strumenti essenziali per un grafico? Ogni mestiere ha i propri attrezzi, alcuni sono scelte esclusivamente personali, ma ...
Leggi →
Blog

Storytelling for children – I benefici di raccontare una storia

Storytelling for children – Perché raccontare una storia “C’era una volta in un regno molto lontano…” chi da bambino non aveva un fremito di eccitazione ...
Leggi →
munari
Blog

I più grandi grafici editoriali: alcuni esempi

Come abbiamo visto nei precedenti articoli il lavoro del grafico editoriale è fondamentale per portare avanti con coerenza la linea di una casa editrice, per ...
Leggi →
Blog

Comunicazione visiva – Honest slogans

Comunicazione visiva – Honest slogans La definizione di comunicazione visiva è “la trasmissione di un messaggio tramite un’immagine che rappresenta in maniera metaforica la realtà”; ...
Leggi →
Blog

Packaging design sostenibile – Lo spirito eco-friendly del consumatore

Packaging design sostenibile – Lo spirito eco-friendly del consumatore Quando il packaging design incontra la cura per il pianeta nasce il Packaging Sostenibile, l’arte di concepire ...
Leggi →
Istituto Armando Curcio