Diana Athill: una donna indimenticabile per l’editoria

Nata nel 1917, mentre lo Zeppelin tedesco bombardava la capitale inglese, la sua famiglia si spostò da un ricco quartiere londinese alla campagna, dove Diana ebbe modo di dedicarsi alla lettura.

Decisivo fu l’incontro con l’amico Andrè Deutsch: lui, burbero, faceva affari, e lei, appassionata, lavorava ai libri. Iniziarono insieme nella casa editrice Allan Wingate e collaborarono, successivamente, nella casa editrice che prese il nome di Andrè. Diana intraprese la carriera editoriale in un momento in cui era impensabile associare una donna al mondo dei libri.

Editor, scrittrice, memorialista, risale al 1962 la sua prima pubblicazione: An Unavoidable Delay, una collezione di racconti brevi, seguiti da Don’t Look at Me Like That: a novel (1967) e, nel 2011, da Midsummer Night in the Workhouse. Sempre nei primi anni Sessanta, pubblicò il suo primo memoir: Instead of a Letter.

Conosciuta nell’ambiente per la sua grazia e la sua gentilezza, Diana è ricordata per la sua dedizione: si prendeva cura degli autori e delle loro creature, instaurando quel rapporto di reciproca fiducia che qualunque scrittore vorrebbe coltivare con il suo editor. Tra i tanti, lavorò con Philip Roth, Margaret Atwood, Jack Kerouac, VS Naipaul.

Contro ogni tendenza di mercato, moda passeggera, o strategia di narrazione, scelse di sostenere l’editoria di qualità, convinta del potenziale dei buoni libri che nessuno come lei sapeva individuare e che accompagnava, inevitabilmente, verso un destino glorioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

News

Tecnologia ed editoria: i libri elettronici

Più che leggere meno, si leggere in modi diversi: sono molte le librerie che hanno dovuto chiudere i battenti, anche a causa della proliferazione di ...
Leggi →
Blog

Quando il Design incontra la Comunicazione

Quando il Design incontra la Comunicazione Cosa succede quando il Design incontra la Comunicazione?La sinergia tra approccio immaginativo/visuale e comunicativo/testuale è il fulcro dell’offerta formativa ...
Leggi →
News

Sospensione attività in base al DPCM 4 marzo 2020

Gentili tutti, in base ai provvedimenti emanati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel Dpcm 4 marzo 2020, si comunica la sospensione delle attività didattiche ...
Leggi →
L'importanza di fare l'Ernesto
Blog

Intervista alla traduttrice

Quando le è stato assegnata la traduzione del grande classico L’importanza di fare l’Ernesto di Oscar Wilde, come si è sentita? Quali valori dell’opera e ...
Leggi →
News

Intervista a Lucia Delle Fave, ex studentessa dell’Istituto Armando Curcio

Lucia Delle Fave, da dove nasce la tua passione per il mondo editoriale? Sin da piccola ho amato le lingue e la lettura. E’ dalla ...
Leggi →
Blog

«Grazie 2016. È stato strano»

«Grazie 2016. È stato strano» L’eccezionale campagna pubblicitaria di Spotify per salutare il 2016 è approdata in 14 diversi mercati.
Leggi →