Leggendo si cresce: l’arte di leggere come esperienza di formazione e di crescita

Antoine aveva così consegnato alla storia uno dei libri più letti e tradotti della letteratura mondiale, Il piccolo principe. Un capolavoro senza tempo, un testo chiave di formazione, che spiega ai piccoli il mondo dei grandi, e ricorda a quest’ultimi di essere stati bambini, invitandoli a tornare ad affacciarsi al mondo con quegli occhi.

Tematiche come il senso della vita, il significato dell’amicizia e dell’amore, il valore delle relazioni, presentate in modo semplice e scorrevole con illustrazioni create dall’autore, sono diventate pietre miliari nell’educazione sentimentale di bambini e ragazzi di tutto il mondo.

Ma nell’era di Google e della frenesia, la lettura è ancora un’efficace strumento educativo?

Per rispondere a questo quesito dobbiamo prima capire cosa significa leggere.

Il verbo leggere deriva dal latino legĕre che significa «raccogliere, dire». Leggere significa dunque raccogliere cose prima ignorate, raccogliere pensieri, paure e sentimenti che magari sono affini o opposti ai propriè raccogliere l’intreccio di una storia usando la propria immaginazioneè fuga e rifugio, il conforto delle parole giuste che al momento giusto si annidano nell’animo.

La lettura da sempre è stata uno strumento di crescita, che apre la mente ed accresce la cultura dell’individuo, stimolandone creatività e fantasia. Bisogna però partire dal presupposto che leggere è un’arte antica, che richiede tempo ed esercizio: la lettura va allenata, allo stesso modo che per i muscoli del corpo. Come fare allora a trasmettere ai più piccoli il piacere di leggere? Innanzitutto sta a noi adulti l’onere di dare l’esempio, siamo noi che per primi dobbiamo posare lo smartphone e prendere in mano un libro, dobbiamo stimolare la loro curiosità, indirizzarla e guidarla alla lettura, anche con attività ludiche e gratificanti per loro, sfruttando la rete a nostro vantaggio. La scelta del libro poi è importante, infatti è noioso a chiunque leggere un libro noioso, presentato in modo noioso: contenuto e forma devono adattarsi ai bisogni e alle aspettative dei più piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

Blog

Quando il decoro cancella l’arte

Quando il decoro cancella l’arte È durato solo poche ore il murales realizzato a Borgo Pio da Mauro Pallotta, in arte Maupal, nonostante l’apprezzamento di …

Leggi →
News

Curiosità sulla Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore

L’evento è patrocinato dall’UNESCO e, tra gli obiettivi, ha quello di promuovere l’interesse nei confronti della lettura, attività intellettuale che non ha solo un rilevante valore …

Leggi →
Blog

Autore e illustratore, un rapporto professionale che punta alla sinergia

Autore e illustratore, un rapporto professionale che punta alla sinergia L’autore di un testo lavora con le parole, l’illustratore le traduce in immagini: questo è …

Leggi →
Blog

L’infografica

L’infografica L’infografica è l’informazione proiettata in forma più grafica e visuale che testuale; è una forma di comunicazione semplice ed efficace, un nuovo modo di …

Leggi →
Blog

I nuovi colori Pantone per l’anno 2021

Ormai tutti i designer del mondo, aspettano con curiosità il giorno dell’anno in cui la Pantone LLC, forse l’azienda più importante al mondo (sicuramente la …

Leggi →
Blog

Un packaging rivoluzionario per l’acqua

Un packaging rivoluzionario per l’acqua Il grande problema del trasporto dell’acqua potrebbe venir risolto con l’utilizzo delle Ooho. Cosa sono? Ora ve lo spieghiamo.

Leggi →