Grafica vettoriale. Cos’è?

Grafica vettoriale. Cos’è?

La grafica vettoriale è una tecnica utilizzata in computer grafica per descrivere un’immagine utilizzando primitive geometriche che “creano” punti, linee, curve e poligoni ai quali possono essere applicate sfumature e colori.

Il primo utilizzo della grafica vettoriale risale al sistema di difesa aereo americano SAGE (Semi-Automatic Ground Environment) operativo a fine degli anni ’50.

Questa tecnica fu usata per tracciare le rotte aeree fino al 1999 ed ancora oggi è utilizzata in sistemi militari specializzati; persino in alcuni laser light show la grafica vettoriale viene usata in quanto permette di disegnare forme e testi rapidamente e senza errori su uno schermo.

La grafica vettoriale ha largo utilizzo nell’editoria, nell’architettura, nell’ingegneria e nella computer grafica anche grazie alla possibilità di poter variare la dimensione dell’immagine senza alcuna perdita di qualità a differenza di quella raster (o bitmap); quasi tutti i font, ad esempio, sono realizzati tramite grafica vettoriale proprio per ovviare a questi imprevisti.

Grafica vettoriale

Il programma d’eccellenza per la realizzazione di immagini con la tecnica vettoriale è Adobe Illustrator, programma della Adobe Systems Incorporated come il ben noto Photoshop.
Illustrator è uno dei programmi di grafica “storici”, la prima versione è datata 1987 per Apple Macintosh e, ad oggi, riesce a gestire migliaia di elementi vettoriali ottimizzando i tempi di rendering.

Le difficoltà maggiori per la grafica vettoriale risiedono nella difficoltà di realizzazione a causa della grande quantità di strumenti a disposizione ed il risultato del lavoro finale dipende radicalmente dalle conoscenze personali a riguardo.

Nel passato la grafica vettoriale aveva risalto anche nel mondo dei videogiochi, il ben noto “Asteroids” utilizzava questa tecnica; gioco uscito nel novembre 1979 e sviluppato da Atari, ebbe un successo straordinario all’epoca diventando una vera e propria droga videoludica per le persone di tutto il mondo.
Oggi è possibile giocare gratuitamente al gioco sul sito http://www.freeasteroids.org/ e possiamo illuderci di poter battere l’attuale record mondiale di John McAllister il quale, immerso per ben 3 giorni nella ben nota grafica vettoriale, riuscì a raggiungere il punteggio di 41.338.740.
Altra applicazione di questa tecnologia in ambito videoludico fu il Vectrex console domestica che non ebbe un grande successo (rimase in vendita per soli 2 anni) ed anzi è ricordata per il fatto che il gioco interno al sistema “MineStorm” aveva problemi di stabilità già al livello 13.

Fino ad oggi la grafica vettoriale ha avuto le più svariate applicazioni, ma si è ormai distinta come elemento fondamentale per le realizzazioni grafiche moderne in vari campi lavorativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

Blog

Realizzare una copertina: i nostri consigli

Realizzare una copertina vincente può davvero influire sulla percezione che le persone hanno di un libro e influenzarne le scelte di acquisto. Alcuni aspetti da …

Leggi →
Workshop

WORKSHOP MOTION GRAPHIC – AFTER EFFECTS

SUMMER IN THE SPACE from barbara di pasquale on Vimeo. WORKSHOP MOTION GRAPHIC – AFTER EFFECTS Il workshop si rivolge a coloro che vogliono muovere …

Leggi →
Sandro Pertini,Arrendersi o perire,liberazione,25 aprile,Istituto Armando Curcio,Armando Curcio Editore,Valerio Todini,SSML Armando Curcio
News

Pertini: “Arrendersi o perire!”, 19 aprile 1945

Le parole di Sandro Pertini: «Arrendersi o perire!» L’appello di Sandro Pertini su Radio Milano Liberata il 19 aprile 1945 “Arrendersi o perire!” diventa il …

Leggi →
Blog

“La grande onda di Kanagawa” a Roma

“La grande onda di Kanagawa” a Roma Al Chiostro del Bramante potrete viaggiare in Giappone grazie alle opere della mostra “LA GRANDE ONDA. Viaggio in Giappone”.

Leggi →
News

Intervista a Davide Cipollin

Ciao Davide, prima di parlare de “La parolaccia”, parlaci un po’ di te. Quali sono le tue più grandi passioni? Ho sempre avuto una grande …

Leggi →
News

«La storia di un’idea», la storia di Armando Curcio

Durante il periodo fascista, impiegando l’eredità del padre Alfredo, creò l’Istituto Editoriale Moderno. La divulgazione di «Grandi Opere» fu una piccola iniziativa editoriale che rese …

Leggi →