Inaugurazione dell’anno accademico

Polistena, 20 novembre 2018. In seguito all’apertura della sede distaccata dell’Istituto Armando Curcio,  presso l’ITIS «Milano» di Polistena, martedì alle ore 9.00 ci sarà l’inaugurazione dell’anno accademico 2018/2019.

Durante la giornata la prof.ssa Sabrina Aulitto, Project Manager Coordinator dei Dipartimenti di Scienze editoriali e Scienze linguistiche, il prof. Mauro Ortolani, Project Manager Coordinator del Dipartimento di Design della sede di Roma, il docente Antonello Romeo coordinatore del Dipartimento di Design della sede di Polistena, il professor Marino D’Amore, docente di Storia del giornalismo e di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e la docente Barbara Brocchi, insegnante di Illustrazione editoriale, incontreranno gli studenti iscritti ai corsi di formazione erogati dall’Istituto.

La partecipazione all’incontro è estesa anche alle famiglie dei ragazzi e agli studenti che in quest’anno accademico frequentano le classi quinte. L’inaugurazione prevede la presentazione del corso di studi triennale di Mediazione linguistica in marketing e comunicazione, che garantisce una formazione universitaria per i futuri professionisti dell’editoria  e della comunicazione internazionale d’impresa. Si tratta di un’offerta formativa che sviluppa competenze linguistiche e comunicazionali trasversali, incentivando la creatività e il consolidamento del pensiero critico, insegnando a realizzare efficaci strategie di comunicazione non solo a livello teorico, ma calando direttamente gli sudenti nel mondo professionale e aziendale tramite la realizzazione di project work e le opportunità di tirociniostage e visiting aziendali all’estero, presso le aziende partner dell’Istituto Armando Curcio, oppure tramite un periodo di job placement all’interno del Gruppo Armando Curcio S.p.a.

A seguire, verranno presentati i quattro Executive Masters in: Communication e advertising, Comunicazione visiva con il packaging design, Scrittura creativa e illustrazione, Storytelling e brand identity. I master sono pensati per formare specialisti nel campo del design e della comunicazione, in grado di collaborare con le maggiori realtà nazionali e internazionali.

Saper comunicare in maniera interdisciplinare è la chiave del successo. Per questo l’offerta formativa promossa dall’Istituto Armando Curcio intende coniugare le discipline visuali proprie del design con quelle delle scienze linguistiche e della comunicazione, formando professionisti che siano in grado di integrarsi nel mercato del lavoro nazionale e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

Blog

Copyright: approvata la riforma

Copyright: approvata la riforma Le nuove norme Ue sul copyright, che includono salvaguardie alla libertà di espressione, consentiranno a creatori di contenuti, giornalisti ed editori ...
Leggi →
News

Giornata europea delle lingue

Quando nasce la GEL? La prima Giornata Europea delle Lingue è stata organizzata congiuntamente dal Consiglio d’Europa e dall’Unione europea nel 2001 e coinvolse milioni di persone ...
Leggi →
munari
Blog

I più grandi grafici editoriali: alcuni esempi

Come abbiamo visto nei precedenti articoli il lavoro del grafico editoriale è fondamentale per portare avanti con coerenza la linea di una casa editrice, per ...
Leggi →
Blog

Storie di illustratori: Davide Barco

Storie di illustratori: Davide Barco Conquistare gli States, un sogno per molti, una realtà per pochi. Una di queste eccellenze è Davide Barco, illustratore freelance, ...
Leggi →
Corsi

Comunicazione e Advertising Milano

CORSO COMUNICAZIONE E ADVERTISING Sede di Milano Il corso di Comunicazione e Advertising mira a formare specialisti autonomi in grado di collaborare con le maggiori ...
Leggi →
Ricordando Valerio aspettando Pertini
News

Ricordando Valerio aspettando Pertini

Ricordando Valerio aspettando Pertini. L’uscita in questi primi giorni di gennaio
Leggi →