Informatica per l’editoria: il web master

Essere un nativo digitale non è una prerogativa imprescindibile per chi è responsabile del progetto e della gestione di un sito web. La scintilla necessaria, prima di tutto, è quella smossa dalla passione: nutrire una spietata curiosità per il mondo digitale, non smettere mai di aggiornarsi sulle sue funzionalità e di stupirsi delle sue potenzialità.

Il web master è una figura professionale autonoma, il cui lavoro è orientato verso l’ottimizzazione delle singole attività che contribuiscono alla realizzazione di un progetto online, di cui ha la piena amministrazione.

La realizzazione di una pagina web presenta tre fasi: la progettazione, la strategia e la promozione. Uno dei linguaggi di programmazione inerenti alla costruzione del contenuto è l’HTML, un linguaggio di markup con cui si struttura lo schema di una pagina web. Se si vuole agire sullo stile, si può usare il CSS. Per la gestione dei contenuti di siti web, il web master si aiuta con uno strumento software che si chiama CMS (Content Management System). WordPress è un esempio di CMS open source che consente la creazione soprattutto di blog.

Una skill fondamentale è la trasversalità, che gli permette di operare con molti altri linguaggi di programmazione e di conoscere le strutture del web; inoltre, la progettazione e la messa online sono agevolate dagli studi strategici relativi al posizionamento e ai rapporti commerciali con il mercato di riferimento.

L’obiettivo di un efficace piano strategico è un buon posizionamento sui motori di ricerca, garanzia di visibilità online e, quindi, di pubblicità. Il web master è SEO specialist: utilizza le tecniche e le strategie per mezzo dei fattori onpage (interni alla paginaoffpage (legati alla popolarità, alla riconoscibilità e all’autorevolezza) e conosce i fondamenti di Inbound marketing.

Quando il consumatore scrive una certa richiesta (query) sul motore di ricerca, quest’ultimo svolge un lavoro di interpretazione perché compie un’analisi e restituisce un indice di contenuti disponibili online (SERP, Search Engine Result Page), classificandoli automaticamente per mezzo di formule matematiche-statistiche, per importanza e rilevanza. Il web master conosce bene il funzionamento dei motori di ricerca (Google, Bing) e, per ottenere un valido ranking dei risultati, lavora su una precisa individuazione dei tag e della parole-chiave da associare a un certo tipo di contenuto.

La flessibilità, infine, è una requisito prezioso per chi deve continuamente effettuare operazioni di aggiornamento, problem solving e organizzazione di materiali sempre in divenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

Blog

Doveri di un illustratore

Doveri di un illustratore Rimanendo sulla scia della Bologna Children’s Book Fair di quest’anno, vorremmo soffermarci su alcuni aspetti particolari che la partecipazione all’evento mette …

Leggi →
munari
Blog

I più grandi grafici editoriali: alcuni esempi

Come abbiamo visto nei precedenti articoli il lavoro del grafico editoriale è fondamentale per portare avanti con coerenza la linea di una casa editrice, per …

Leggi →
News

#APPRENDOINDIGITALE

#Apprendoindigitale offre una varia gamma di prodotti e servizi: manuali, libri di testo, ebook, corsi di formazione. Ogni prodotto cartaceo del catalogo, inoltre, ha il suo …

Leggi →
Blog

I migliori (e peggiori) loghi del 2016

I migliori (e peggiori) loghi del 2016 Con il 2017 alle porte cerchiamo di ricapitolare i migliori ed i peggiori loghi del 2016.

Leggi →
News

Inaugurazione dell’anno accademico

Polistena, 20 novembre 2018. In seguito all’apertura della sede distaccata dell’Istituto Armando Curcio,  presso l’ITIS «Milano» di Polistena, martedì alle ore 9.00 ci sarà l’inaugurazione dell’anno …

Leggi →
Blog

Un packaging rivoluzionario per l’acqua

Un packaging rivoluzionario per l’acqua Il grande problema del trasporto dell’acqua potrebbe venir risolto con l’utilizzo delle Ooho. Cosa sono? Ora ve lo spieghiamo.

Leggi →