Più di cent’anni di talento: ricordiamo Rita Levi Montalcini

Cresciuta in un contesto socio-storico caratterizzato dalla prevaricazione maschile, nonostante le resistenze del padre, la giovane Rita frequentò la facoltà di Medicina all’Istituto di Anatomia Umana dell’Università di Torino, dove ebbe il privilegio di formarsi con un grande maestro, Giuseppe Levi.

Riconobbe nel cervello umano non solo l’oggetto dell’evoluzione umana, ma anche il principale oggetto di studio delle sue ricerche.

A causa delle persecuzioni razziali, fu costretta a spostarsi in Belgio insieme al professore, per poi rientrare in Italia nel 1940: allestì un laboratorio privato nella sua camera da letto, per continuare i suoi studi in ambito neurobiologico e, utilizzando dei comunissimi aghi al posto dei bisturi, giunse alla scoperta che la portò alla vincita del Nobel per la Medicina.

Nel 1947, su invito del biologo Viktor Hamburger, si trasferì negli Stati Uniti alla Washington University di St. Louis nel Missouri e intraprese la carriera di insegnante di neurobiologia.

Nel 1986 fu premiata per la scoperta del fattore di crescita delle cellule nervose (NGF Nerve Growth Factor): fattore proteico, endogeno, rilasciato dai tessuti periferici e agiva sulle cellule nervose.

Nel 2001 fu nominata Senatrice a vita per altissimi meriti in campo scientifico e sociale, rientrando tra i 6 premi Nobel divenuti senatori.

Una grande mente che indagava su sé stessa, una donna curiosa che ha dedicato la sua vita alla possibilità di rendersi utile per gli altri.

Una piccola signora dalla volontà indomita e dal piglio di principesca ”, citando le parole di Primo Levi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condivi questo articolo

Tabella dei Contenuti

Seguici su Facebook

Articoli più letti

News

Copyright: approvata la riforma

Le nuove norme UE sul copyright, che includono salvaguardie alla libertà di espressione, consentiranno a creatori di contenuti, giornalisti ed editori di negoziare con i …

Leggi →
Blog

Il nuovo packaging di McDonald’s

Il nuovo packaging di McDonald’s Un nuovo packaging, radicalmente diverso dalle scelte precedenti della famosa multinazionale americana; uno sguardo al futuro per l’utilizzo di materiali …

Leggi →
Blog

Creatività, tecnica e originalità: ecco chi è il motion graphic designer

Creatività, tecnica e originalità: ecco chi è il motion graphic designer La tecnica della motion graphic, ad oggi, viene applicata davvero ovunque. Ma quali conoscenze …

Leggi →
vignelli 1 600x337
Blog

Massimo Vignelli: contro il culto dell’effimero

Nei nostri precedenti articoli abbiamo concentrato l’attenzione in modo particolare su grafici e grafiche che hanno saputo rinnovare il settore e apportare, attraverso le loro …

Leggi →
Blog

Le motivazioni per un rebranding

Le motivazioni per un rebranding Diverse aziende con il passare degli anni devono ricorrere al rebranding ovvero a quel processo creativo per rinnovare la propria …

Leggi →
Blog

Programmi di Grafica – Le 5 alternative a Photoshop

Programmi di Grafica – Le 5 alternative a Photoshop Adobe Photoshop resta ancora oggi il software grafico più importante , ma non è un programma …

Leggi →